Radio Rai: megafono del governo?

Vincenzo Vita Vincenzo Vita Vincenzo Vita Vincenzo Vita

Radio Rai: megafono del governo?

Radio Rai è un servizio pubblico. Tuttavia, nel bel mezzo delle manifestazioni della CGIL, Radio Anch'io si sarebbe trasformata in un megafono del ministro Sacconi che avrebbe dovuto partecipare alla trasmissione di oggi alle 9.05, per parlare della nuova contrattazione aziendale contenuta nella manovra.

Una scorrettezza inaudita.

Abbiamo auspicato che la direzione Rai e il direttore della testata provvedessero immediatamente a tutelare il pluralismo e la completezza dell'informazione.

La Rai ne ha tenuto conto e oltre a Sacconi è stato invitato Stefano Fassina del Pd.

 

06/09/2011

 

Se vuoi commentare gli articoli autenticati inserindo in basso l'email con la quale ti sei registrato e la password scelta.
Se non sei registrato clicca qui
E-mail *
 
Password *
 
Commenti
#1 Zapping (09/09/2011)

Scritto da: Giovanni Malatesta

Vorrei sottolineare che il vero scandalo di RadioRai, pur non sottovalutando la conduzione perlomeno sbilanciata di Ruggero Po, si chiama Aldo Forbice, il quale si è impadronito, nella più assoluta accondiscendenza degli organi di controllo , della trasmissione ideata da Santalmassi e, oltre a rivendicarne un'inesistente paternità, continua a fare da ultra megafono governativo proponendo una conduzione smaccatamente filo berlusconiana e distinguendosi continuamente per maleducazione ed arroganza verso chi propone idee diverse dalle sue.La trasmissione risulta inoltre visibilmente taroccata , con ascoltatori fedelissimi che passano in diretta almeno una volta alla settimana, mentre per altri risulta pressochè impossibile prendere la linea. Il nostro gruppo Facebook, Vogliamo Zapping senza Forbice, ha più volte segnalato questo vero e proprio vulnus dell'informazione radiofonica a giornalisti, politici, membri della commissione di vigilanza senza peralro ottenere risposte soddisfacenti.Sarà questa la volta buona?
#2 Uso "spericolato" di Radio Rai (09/09/2011)

Scritto da: Luca Proietti

Voglio iniziare dando un punto a favore di Ruggero Po: NON c'è confronto tra il suo modo di condurre la trasmissione e quello usato da Aldo Forbice a Zapping. Il bilancio è a netto vantaggio di Po. Detto questo, cioè il confronto con il peggio che Radio Rai possa offrire, i pregi di Ruggero Po sono praticamente terminati. Non insulta gli ascoltatori come fa Forbice (ci mancherebbe!), è pacato nella conduzione, invita anche chi non la pensa politicamente come lui... ma omette (forse dimentica) di trattare alcuni argomenti caldi (magari perché scomodi per qualcuno), indirizza la trasmissione verso i suoi desiderata, fa domande scomode ad alcuni e più agevoli ad altri e via dicendo. Ma ci può stare. Fa parte del gioco. La sua "vera anima" però è venuta fuori nel web, precisamente su facebook. Nella sua pagina personale (e vabbé, è la sua!) e in quella di Radioanchio (che però NON è la sua, visto che si presenta come pagina UFFICIALE del programma). Dei circa 3000 iscritti (non molti, visto che la pagina fb è pubblicizzata in diretta tutti i giorni da mesi e mesi, mentre ad esempio quella di VZSF ricordata da Maria Grazia ne ha 3200 senza NESSUNA pubblicità, ovviamente) dicevo dei circa 3000 iscritti solo un centinaio sono (erano) spesso attivi nella pagina e più della metà per criticare la conduzione!!! A tal punto che prima sono stati costretti ad attuare un'epurazione (io sono tra quelli cacciati) poi visto che i cacciati venivano sostituiti da altri sempre "troppo" critici è stata proprio impedita la possibilità di inserire commenti in bacheca. E questo la dice lunga. Purtroppo uno dei difetti che accomunano Aldo Forbice e Ruggero Po è proprio quello di NON sopportare le critiche. Mi ricordano qualcuno (temporaneamente) molto più in alto di loro (... e di me).
Comunque, signor Vita, ha fatto molto bene a segnalare questo "strano" comportamento di Po nella puntata del 6 di settembre, ma la prego di dedicare alcune ore del suo tempo anche a studiare il "caso" Forbice, perché le garantisco che ne vale la pena (si rattristerà un po' nello scoprire quanto possa essere scandaloso il comportamento del settantunenne Forbice - a proposito, ma perché Bassignano è stato CACCIATO a 65 anni? - ma farà un ottimo servizio per la Commissione di Vigilanza della Rai). Per saperne di più le consiglio (oltre le vie normali, quelle delle frequenze di Radio uno dalle 19,40 alle 21,00 dei giorni feriali!) di fare un giro su questa OTTIMA (autoreferenziale, lo ammetto) pagina: http://www.facebook.com/pages/Vogliamo-Zapping-senza-Forbice/147275485318351
#3 invenzioni (09/09/2011)

Scritto da: raggiro po

PS: basta riascoltare la puntata di martedì per capire che è una falsità scrivere che la puntata non è stata dedicata alla CGIL e al suo sciopero, dato che non si e' persa occasione per attaccarla tramite gli invitati.
#4 radioanchio e radiouno RAI (09/09/2011)

Scritto da: raggiro po

Caro Vincenzo,

potresti chiedere, non dico a Ruggero Po, ma soprattutto ai dirigenti della RAI a cui ti sei rivolto per la tua protesta quanto segue?

1) perchè nella puntata andata in onda martedì si parlava della CGIL (o meglio la si attaccava da piu' fronti) ma non era stato invitato nessuno della CGIL?
Ricordo a chi legge che Fassina non è della CGIL e il PD non è la CGIL.
Questo fattarello lo dovrebbe sapere anche il giornalilsta Ruggero Po, giusto?

2) perchè anche oggi che si parlava di art.8 a Radioanchio non è stato invitato nemmeno un sindacalista a spiegarci direttamente a noi popolo bue di radioascoltatori di Radioanchio le loro ragioni del perchè si oppongono a questo articolo senza dover ascoltare le loro ragioni "rimasticate" da altri invitati che invece non erano contrari all'art. 8?
3) Ruggero Po, se si ascolta la trasmissione, mi è sembrato ribadire piu' volte l'anacronismo dell'articolo 18 per quanto riguarda il REINTEGRO del lavoratore, che è quello che i promotori dell'art.8 vogliono eliminare con le deroghe. Alla faccia dell'equidistanza vantata dal conduttore marcata ancor di piu' dal fatto che non c'era un sindacalista della CGIL in trasmissione.
4) volevo segnalarti anche che su facebook Radioanchio e Radiouno RAI hanno il vizietto di bannare chi - da contribuente con il canone - esprime il sacrosanto diritto di critica verso le trasmissioni RAI e la faziosità di alcuni conduttori. E' normale tutto cio'?

cordiali saluti
#5 chiedo scusa (09/09/2011)

Scritto da: ruggero po

scusate i refusi ma ho riletto solo dopo la pubblicazione.
#6 Radio Anch'Io del 6 settembre (09/09/2011)

Scritto da: ruggero po

Solo per precisare che il Ministro Sacconti non è stato tra gli ospiti della puntata di martedì scorso dedicata alle novità del giorno in manovra e non allo sciopero della CGIL. Erano prsenti, al telefono, gli economisti quadrio Curzio, Boeri, Pammolli; i giornalisti De Bortoli e Sechi; i politici Moffa e Fassina. La puntata ad "ospite unico" con il Ministro del Lavoro, da tempo in calendario, è stata spostata per impegni dell'ospite. Va ricordato, inoltre, che la tradizione dell' "ospite unico" appartiene alla storia del nostro programma, fin dagli anni ottanta e che l'ospite unico è, per fefinizione, da solo in studio con il conduttore. Negli ultimi due anni, da quando conduco il programma, ho inserito due giornalisti, spesso direttori di testata, al telefono. Solitamente il contraddittorio è garantito dalla programmazione, in stretta successione, di un esponente dello scheiramento opposto. Mercoledì era infatti con noi Antonio Di Pietro che, fortunatamente, non ha sollevato le stesse perplessità. Vanno ricordate, infine, le ripetute partecipazioni di Bersani, Casini, Vendola, Di Pietro, Rutelli, anche loro sempre da soli. Tanto dovevo a un blog che seguo costantemente con interesse per il suo rigore. Ruggero Po
#7 allegato di commento (08/09/2011)

Scritto da: maria grazia mosconi

riporto il commento di un membro della comunità fb Voglimo zapping senza Forbice,
su cui avevo postatp questo link
Ciao Maria Grazia. Ottimo per quanto riguarda Radio Anch'io/Ruggero Po. Facci però la cortesia, se ti é possibile, di comunicare a Vincenzo Vita e compagnia che Forbice, nelle puntate del giorno precedente allo sciopero CGIL, di quella del... giorno stesso e di quella successiva (ieri), ha fatto una campagna spudorata contro le ragioni dello sciopero e contro CGIL e manifestanti. Ne ha combinate di cotte e di crude, ma la più clamorosa, che valga come esempio da riportare a Vincenzo Vita e agli altri signorini della Commissione Vigilanza dell'opposizione (ricordagli anche, da parte mia personalmente come admin di VZSF, che sarebbe suo/loro dovere seguire e monitorare Zapping visto che gli é stata segnalata DOCUMENTALMENTE la scandalosità quotidiana del programma) é stata la lettura integrale (lunghissima), nella puntata del 5 settembre, delle dichiarazioni del giuslavorista Michele Tiraboschi, presentato da lui, prima di dare lettura del comunicato, appunto semplicemente come un giuslvorista omettendo scorrettissimamente e in modo vergognoso sotto l'aspetto deontologico, di avvertire i radioascoltatori che il Michele Tiraboschi non é un giuslavorista qualsiasi bensì é uno stretto collaboratore del ministro Sacconi e che quindi la sua opinione secondo la quale l'articolo 8 non mette affatto a rischio art. 18 e lo statuto dei lavoratori non era semplicemente l'opinione "terza" di un esperto , uno studioso al di sopra delle parti dei problemi di diritto del lavoro, come subdolamente Forbice ha voluto far intendere ai radioascoltatori, ma invece l'espressione ufficiale governativa "sacconiana". Per cortesia, dì anche a Vincenzo Vita che al più presto riceverà alcune nuove da parte di VZSF che esprimeranno, a lui e ai suoi colleghi di opposizione della Commissione, il proprio disgusto per la continuata, e veramente vergognosa da parte loro, sottovalutazione del caso Forbice nonostante abbiano ormai a iosa elementi giganteschi qualitativamente e quantitativamente , per muovere le loro chiappe e intervenire contro Forbice o almeno cominciare a esprimere un vagito (Francesco)
http://www.facebook.com/pages/Vogliamo-Zapping-senza-Forbice/147275485318351
#8 Zapping: grancassa del governo!! (08/09/2011)

Scritto da: Gianni Brandani

Evidentemente caro Vincenzo, non ascolti Zapping condotto da Aldo Forbice. Una persona della faziosità estrema che si permette anche di trattare male o sbeffeggiare chi si permette di dissentire dal suo punto di vista. Non auspico censure in quanto a mio avviso il conduttore può tranquillamnete essere uomo di parte, ma senza dileggiare chi la pensa in modo diverso!